Aurea Creations
Instagram, guida rapida e sincera per la gestione
by admin

Come gestire al meglio un account Instagram? Posso usare Instagram per vendere? Come aumentare i follower Instagram?

Sono solo alcune domande che potresti porti se:

  • Hai una azienda che ha bisogno di essere ben strutturata su questo social.
  • Sei un professionista esperto nel tuo settore lavorativo e vuoi affermarti in rete come influencer.
  • Vuoi semplicemente capire come migliorare nel suo utilizzo.

Ho provato a scrivere una semplice guida Instagram per fornirti qualche risposta e qualche consiglio per operare al meglio.

L’ho definita inoltre una “Guida Instagram sincera”, perché sono convinto che in giro nella rete ci siano troppe offerte di strategie per ottenere rapidamente crescita e visibilità.

Questa guida non è una bibbia e, molto probabilmente, non è neanche completa o valida per sempre.

Il mondo dei social network in generale è in continua evoluzione e le strategie e le leve da muovere per generare crescita sono continuamente aggiornate.

Tuttavia, credo che i consigli che ti proporrò siano validi per creare un’ottima base operativa.

Questo articolo, inoltre, è frutto di una serie di “Pillole” che Aurea Creations ha diffuso attraverso i suoi canali social. Qui, le ho riorganizzate e ora la nostra agenzia te le propone tutte in un unico posto.

Se troverai utile questo contenuto, ti chiedo la cortesia di condividerlo sui tuoi canali social. 

PRIMA DI PARTIRE, DECIDI “DOVE” STARE

Al pari di altri social network, Instagram ti aiuta a promuovere la tua passione o la tua attività creando un profilo dedicato a un argomento o a un settore.

Troverai molto semplice creare un profilo Basic, Business o Creator. Più impegnativa, invece, sarà la sua gestione.

I contenuti da pubblicare dovranno essere studiati e pianificati. Quel che conta è avere le idee chiare sul settore di riferimento.

Che sia “food”, “travel” o “shopping” i risultati passeranno attraverso la qualità dei contenuti e il loro valore per gli utenti.

Questo è il punto di partenza, ovviamente, ed è anche il passaggio più semplice. Ma è bene chiarirlo, poiché non esistono progetti buoni senza chiarezza di fondo.  

INSTAGRAM: DAI UN TONO ALLA HOME

Il primo passo da compiere per strutturare al meglio un profilo Instagram aziendale è scegliere e mantenere una veste grafica.

Questa, dovrà essere usata tanto per l’immagine del profilo quanto per le foto che pubblicherai. Insomma, dai uniformità al tuo profilo per presentarti meglio ai followers.

Parola chiave è dunque: uniformità. Questa caratteristica darà vita al “mood” del tuo Instagram. Ovvero, allo stato d’animo, all’umore o se vuoi all’atmosfera che genererai negli utenti.

L’uniformità grafica delle foto che compongono la home di un profilo Instagram è quindi il primo importante elemento per fare un buon lavoro. E ciò è valido tanto per un profilo personale quanto per uno aziendale.

Pubblica – ovviamente – solo i tuoi scatti più belli e per essi applica sempre gli stessi accorgimenti grafici: dimensioni foto corrette, filtri, scatti multipli, cornici, colore, luce e altro.

Otterrai una home uniforme che oltre a dare un senso di ordine sarà in grado di catturare l’attenzione di chi la visita.

Di questo, dell’importanza di uno studio preventivo degli elementi grafici di qualsiasi profilo social aziendale, ne ha parlato Riccardo in un video presente sul nostro canale YouTube. Eccolo dai un’occhiata per approfondire.

Visto? Bene, passiamo ora a qualche altro consiglio di natura più “pratica.

SU QUESTO SOCIAL LA QUALITÀ È TUTTO

Pochi giri di parole: per rendere accattivante il tuo profilo Instagram devi usare solo foto di buona qualità, scatti con la giusta luce e ad alta risoluzione.

Ma che bella foto”! Questo deve essere il pensiero di chi osserva le immagini che condividi su Instagram, il social media dove l’immagine conta più che altrove.

E il giudizio positivo si trasferirà alla “tua” immagine, in particolare se utilizzi la piattaforma più diffusa per la condivisione di immagini elaborate digitalmente per la tua attività, azienda, impresa, studio professionale o per personal branding.

E allora, ricorda sempre di scattare in condizioni ottimali di luce, possibilmente usando un supporto che eviti del tutto l’effetto “mosso” e, ovviamente, una fotocamera che preveda fotografie ad alta risoluzione.

Non è necessario essere fotografi professionisti, basta seguire piccoli accorgimenti e “spiare” alcuni profili ben curati per prendere qualche spunto.

#INSTAGRAM: INVESTI TEMPO SUGLI HASHTAG

Se ne parla ormai da molti anni. Utilizzati su quasi tutti i social con più o meno efficacia, gli hashtag su Instagram mantengono intatta la loro utilità.

Non trascurare questo importante strumento che però deve essere utilizzato in maniera corretta.

A breve saranno 10 anni tondi che Instagram ha introdotto l’uso degli aggregatori tematici (hashtag): ancora oggi, un passaggio obbligatorio per far crescere seguito e coinvolgimento tra i follower.

Già, perché – è bene ribadirlo, pur se ovvio – lo scopo degli hashtag è: permettere a tutti gli utenti interessanti a una specifica tematica o luogo di trovare un contenuto.

L’aspetto visual fa il grosso del lavoro su IG (vedi paragrafi precedenti) insieme a un buon testo. Poi, con gli hashtag lavori sui dettagli per il successo dei tuoi contenuti.

Quali usare? Ovviamente si parte da un concetto irrinunciabile: usa hashtag pertinenti al tuo settore o nicchia. Se vendi automobili, #love non farà miracoli per te!

Il consiglio è di concentrarsi su due tipologie.

“Hashtag Branded”, che sono da creare utilizzando il nome della tua azienda (#AureaCreations) o i suoi valori e caratteristiche (#AnewHarmony).

Gli altri sono gli Hashtag Tematici”, da scovare tramite accurate ricerche nelle quali investire molto tempo per avere risultati apprezzabili. IG stesso fornisce una funzione di ricerca che appare proprio mentre digiti qualsiasi parola dopo il cancelletto e che mostra quanti post l’hanno usato.

Quel numero definisce la popolarità o meno dell’hashtag. Per scegliere quelli giusti devi rapportare il tuo seguito (alto, medio, basso) con la popolarità dell’hashtag stesso.

Quando si è “piccoli” meglio concentrarsi su hashtag meno popolari e quindi meno competitivi, senza però trascurare del tutto l’uso di quelli più popolari.

PUBBLICARE POST SU INSTAGRAM: COME E QUANDO?

Parto subito da un dato oggettivo e sincero: c’è di certo un modo giusto per pubblicare i tuoi contenuti, ma è altrettanto certo che non esiste una formula buona sempre.

Qual è il momento migliore per pubblicare su Instagram, allora? Ecco i miei consigli.

Spesso viene indicata una fascia oraria piuttosto che un’altra per fare in modo che i contenuti rilasciati su Instagram abbiano performance migliori.

Un buon consiglio è: “Buttati tra e 19 e le 21”. Consiglio buono, ma parziale perché è un momento valido un po’ per tutti. Insomma: non sbagli, ma forse non stai ottenendo il massimo.

Un ottimo consiglio è: studia il comportamento dei TUOI follower. Ti aiuta Instagram stesso nella sezione “Dati Statistici”, disponibile per ogni profilo.

È li che capirai qual è il momento in cui la maggior parte dei tuoi follower sono collegati. Tutto piuttosto semplice se la tua utenza è interamente italiana. Al contrario, dovrai ragionare in termini di “luoghi” e fusi orari, il che è un po’ più complicato.

Un consiglio aggiuntivo: come per Facebook, anche su Ig (a livello organico) è premiato il contenuto che ottiene interazioni da subito. Ed è proprio questo che ti dà la possibilità di fare la differenza.

Un contenuto pubblicato al momento giusto è solo… un contenuto pubblicato al momento giusto, mentre un contenuto di QUALITÀ per di più pubblicato nel momento migliore è ben altra cosa!

Inoltre, una dritta sul “come” pubblicare su Instagram: pubblica in maniera costante e ben cadenzata. Ovvero, mai troppo, mai troppo poco. Anche in questo sarà il tuo stesso pubblico a darti le indicazioni migliori.

COME FACCIO A OTTENERE PIÙ FOLLOWER SU INSTAGRAM?

“In quanti ti seguono”? Per alcuni, questa è la madre di tutte le domande.

Ma non sono certo che sia la più importante alla quale dare una risposta per valutare il tuo business sui social.

Allora, consentimi un parallelismo cinematografico e prova a immaginare che Instagram sia come il film Fight Club.

La prima regola dell’aumento di follower su Instagram è: non palare mai dell’aumento di follower su Instagram!

O, almeno, non parlarne mai CON chi ti contatta per offrirti cose del tipo: “In 7 giorni ti facciamo aumentare di 2k follower reali, italiani, organici”!

Davvero metteresti il tuo brand nelle mani di gente così, ricorrendo a bot, fake account, seguaci fantasma, falsi follower e magari beccandoti una penalizzazione dal social?

La seconda regola dell’aumento di follower su Instagram è: non dovete mai parlar… no, scherzo! La seconda è: segui tutti i consigli che ti ho dato fin ora.

Curando gli aspetti base strutturi la tua presenza su Ig in maniera efficace e, come diciamo sempre qui ad Aurea, la qualità del progetto e la costanza nel seguirlo col tempo pagano.

Terza regola dell’aumento di follower su Instagram: se il grafico e il copywriter gridano basta, si accasciano, sono spompati, fine del combattimento… organico. È il momento di investire in pubblicità.

Stabilisci un budget per le sponsorizzate che, tra i tanti obbiettivi da raggiungere, ti consentono anche di trovare nuovi seguaci potenzialmente interessati al tuo brand. Qui servono soldi e competenze, altrimenti l’investimento diventa una semplice spesa.

Quarta regola: chiediti sempre QUANTO sia importante il “QUANTO”? Ad esempio, se sei una impresa o un libero professionista: hai bisogno di 1M di followers o che tutti e 550 i profili potenzialmente interessati al tuo business nella tua zona ti seguano?

Conclusioni

È a domande come questa e le altre contenute in questo articolo che il team Aurea contribuisce a trovare una risposta.

Per questo, ti saluto invitandoti a chiederci una consulenza gratuita per approfondire. Qui sotto trovi tutti i modi per contattarci.


Espedito Iannini
Graphic Designer
team Aurea Creations

Leave a reply